Home > Ambiente > Comunicato Stampa ” Inceneritore: dati manomessi?”

Comunicato Stampa ” Inceneritore: dati manomessi?”

Riportiamo il comunicato stampa della Segreteria provinciale di Rifondazione comunista della Spezia in seguito alle inquietanti notizie di indagine della Magistratura lucchese per le emissioni dell’impianto di incenerimento dei rifiuti a Pollino.

Esprimiamo sgomento e sconcerto per ciò che è emerso nella vicenda dell’inceneritore del Pollino e, manifestando la
massima solidarietà alla popolazione versiliese, ci auguriamo che la
magistratura faccia al più presto chiarezza, accertando la verità dei fatti
e le eventuali responsabilità.

Quello che, secondo la magistratura
inquirente lucchese, sarebbe «software realizzato per falsificare i dati», utilizzato per il rilevamento delle
emissioni nocive dell’impianto (diossine e monossidi di carbonio tra le
maggiori sostanze altamente tossiche,
cancerogene e mutagene), è un’ipotesi preoccupante ed angosciante che getta
un ulteriore inquietante ombra sulla modalità di gestione degli impianti di
incenerimento, che contestiamo da anni sia nella pratica che
nella cultura del ciclo del rifiuto.

Chi, allo stato attuale, promuove o incentiva la costruzione, l’utilizzo o foss’anche l’adattamento di impianti a combustione per incenerire
(nel caso delle centrali termoelettriche o dei cementifici)
come panacea di tutti i mali nasconde la realtà con l’inganno, impedendo “de
facto” una corretta e virtuosa gestione del ciclo del rifiuto e
favorendo la speculazione sulle spalle dei cittadini.

Sarà nostro impegno preciso chiedere, nelle sedi opportune,
chiarimenti riguardo al ruolo e alle responsabilità che Termomeccanica ha
assunto nella vicenda, anche alla luce del disinteresse mostrato nei
confronti della collettività dal management dell’azienda attraverso l’a.d.
(e presidente dell’Unione Industriali) Enzo Papi, escludendo i
rappresentatati istituzionali locali dal recente Convegno di Porto Lotti.

Riteniamo inoltre necessaria l’opportunità di rivedere le modalità
di gestione del ciclo dei rifiuti nel nostro territorio, in modo da
impedire qualsiasi ipotesi che preveda l’incenerimento come modalità
presente del processo di smaltimento, e che parimenti promuova la cultura del
riuso e del riciclo più totale del rifiuto stesso.

La qualità della vita dei cittadini, la loro salute e la
salvaguardia del nostro territorio sono elementi imprescindibili del
nostro agire politico: saremo sempre in prima linea nella difesa
di tali diritti, nella proposta di strategie più virtuose per
risolvere la questione rifiuti, con la proposta di pratiche già da
tempo vincenti in alcune lungimiranti realtà italiane.

Annunci
Categorie:Ambiente
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: