Home > Giovani comunisti, Scuola > Allucinazioni di tipo mistico: il Caso Giampedrone

Allucinazioni di tipo mistico: il Caso Giampedrone

Comunicato stampa del coordinamento provinciale dopo le stupefacenti argomentazioni del giovane coordinatore forzista spezzino.

Ecco come è stato redento GiampedroneGiampedrone evidentemente vive in ‘Berlusconilandia‘ e da troppo tempo e non vede la realtà delle cose: giovani che fanno lezioni davanti a Montecitorio in segno di protesta, a Pisa il Polo Carmignani è occupato alla sera e le lezioni si svolgono regolarmente, a Genova i professori universitari stessi fanno lezione in piazza e sui gradini delle chiese, a Firenze 40.000 studenti scendono nelle strade per non farsi scippare quel futuro didattico già compromesso dalla precarizzazione sistemica della futura vita lavorativa!
Giampedrone evidentemente è stato illuminato sulla via di Damasco visto che la Class Action è stata introdotta in Italia dal governo Prodi? E con scena da delirio di senatori forzisti che, imitando un noto gesto di Nikita Krusciov, sbattevano addirittura le scarpe sui banchi di Palazzo Madama?

Antonione come KrusciovSiamo stanchi delle strumentalizzazioni questi personaggi che utilizzano lo scempio del Decreto Gelmini in modo populista e demagogico: il diritto allo studio lo impedisce proprio quel governo che Giampedrone sostiene a spada tratta e non davvero i giovani che gridano il loro dissenso nei confronti di queste politiche scellerate e devastanti.
A tutta quella ‘maggioranza silenziosa’ che accetta senza colpo ferire le demolizioni allo stato di diritto di questa destra violenta e demagogica, i Giovani Comunisti chiedono di ribellarsi e di scuotersi: il paese rischia di ritrovarsi ridotto in poco tempo di tutti i diritti acquisiti e conquistati negli anni con dure battaglie sociali e politiche.
Vergognose e razziste ad esempio sono le distinzioni di classi per bambini provenienti da altri paesi, roba da Apartheid sudafricano, che il decreto Gelmini prevede tra le altre sue nefandezze: una ‘perla’ proveniente dagli alleati al governo della Lega Nord.
Anni fa cominciò così, con una ‘maggioranza silenziosa’ che accettava tutto senza colpo ferire. E fu il fascismo.
In appoggio all’occupazione degli studenti del liceo ‘Pacinotti’ e del classico ‘Costa’ della Spezia e contro il decreto Gelmini invitiamo non solo gli studenti, ma anche tutti i cittadini indignati, a ritrovarci domani mattina alle ore 9 in Piazza Brin per il corteo organizzato dai Collettivi Studenteschi che sfilerà per le strade della nostra città.

Coordinamento Provinciale Giovani Comunisti/e

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: