Giovani Comunisti/e rispondo alla Dott.ssa Pompei.

In risposta alla lettera aperta della dott.ssa Bruna Pompei apparsa sul vostro quotidiano sabato scorso 31 gennaio, noi Giovani Comunisti della Spezia vorremmo precisare alcuni punti della nostra contestazione, peraltro non isolata e sentita solo da Rifondazione Comunista, ma anche da tutti quelli che in questi giorni si sono mobilitati contro l’iniziativa di promozione del libro su Eugenio Wolk: forze politiche e varie espressioni della società civile spezzina che tanto hanno a cuore le profonde radici antifasciste della nostra città. Insomma tutto fuorchè “gruppuscoli di mestieranti della politica estrema” come la dottoressa Wolk ci ha definiti con sano disprezzo.

Non siamo contro la conoscenza e contro la scientificità della storia, che va studiata, analizzata, discussa, approfondita sempre e comunque.

Questo va fatto assolutamente, senza abbassare la guardia, per non dimenticare gli scempi che l’umanità ha prodotto nei tempi più recenti, soprattutto nello scorso secolo. Ma noi GC spezzini siamo  orgogliosamente antifascisti e combattiamo duramente la grossa piaga del revisionismo storico che ha ammorbato i nostri studiosi più recenti e più giovani, tra cui certamente, la dottoressa Pompei.

Perchè non è assolutamente vietato scrivere un libro su un fascista fuggito dall’URSS, feroce anticomunista, fiancheggiatore dei franchisti della sporca guerra civile spagnola, ardito durante la seconda guerra mondiale, poi aderente alla RSI e in seguito ri-fuggito nel dopoguerra tra i sanguinari generali argentini ad insegnare bene ciò che aveva imparato nel nome dei suoi “ideali”.

Abbiamo semplicemente protestato non tanto contro la sua monografia (liberissimi di scriverla, come liberissimi noi di contestestarla) quanto perchè La Spezia, medaglia d’argento alla Resistenza non poteva accettare di offrire una pubblica sala comunale per parlare di questo “eroe”, proprio nella Settimana della Memoria. La stessa in nome della quale ogni buon storico dovrebbe lottare con tutte le sue forze per salvaguardarla. Ciò che ha organizzato l’Associazione Culturale La Sprugola aveva il chiaro sapore della provocazione. Spezia non ha abbassato la guardia e ce ne rallegriamo con il sindaco Federici: ci auguriamo che tutta la società italiana continui nel tempo la lotta contro tutti i fascismi e contro le sfide revisionistiche, altamente pericolose se penetrano nelle radici della nostra cultura.

Giovani Comunisti/e La Spezia

Annunci
Categorie:Giovani comunisti
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: