Rifondazione propone la legge per lo sport sociale
Una proposta di legge regionale per promuovere lo sport popolare e sociale nato e praticato da esperienze di occupazione e auto-organizzazione.
Promotori dell’iniziativa sono associazioni e centri sociali romani in cui si fa sport: la Palestra popolare Valerio Verbano, l’associazione sportiva popolare Ad Maiora, quella Dilattantistica San Lorenzo, quella del Corto Ciscuito, la palestra Colle Salario, la Polisportiva All Reds e Spartaco Rugby.
La proposta di legge è stata illustrata questa mattina nella palestra Valerio Verbano al Tufello da uno dei responsabili del centro, Luca Blasi dal consigliere comunale Luca Alzetta da quello che sarà il promotore alla Pisana, il consigliere di Rifondazione Ivano Peduzzi e dal responsabile nazionale delle politiche sociali di Rifondazione Antonio Ferraro. Per la presentazione della proposta di legge la scelta della palestra Verbano non è stata casuale. L’impianto si trova in un locale dell’Ater, chiamato dagli abitanti, prima della riqualificazione, la «Villa del buco».
Un grande ambiente abbandonato nel cuore delle case popolari che alcuni ragazzi hanno deciso di ristrutturare a palestra con prezzi popolari. Oggi, dopo quasi tre anni e 60 mila euro spesi, la palestra, aperta da sei mesi, conta 150 iscritti. «Il problema – spiega Blasi – è che l’Ater ora ci ha chiesto l’affitto, 7mila euro al mese. Noi abbiamo ripreso questo posto abbandonato e fatiscente e ancora non abbiamo le utenze». «Ecco perché la necessità di una legge che finanzi gli spazi popolari per lo sport a prezzi sociali – spiega Peduzzi – che istituisca un registro delle associazioni operanti sul territorio e che sia anche loro garanzia di qualità. Crediamo di poterla portare in aula entro la fine dell’anno».
Nella proposta di legge, all’articolo 3, si legge che possono iscriversi al registro le associazioni senza fini di lucro, con finalità sociali, che aiutino persone in difficoltà, che siano contro l’intolleranza e la diseguaglianza e che offrano servizi sportivi a prezzi agevolati, garantendo il diritto al lavoro.
«Una legge che programma con il territorio – ha detto Ferraro – bisogna individuare immobili abbandonati come questo di proprietà dell’Ater e destinarli a fini sociali.
È una legge giusta che proporremo anche alle altre regioni d’Italia». Infine Alzetta ha ricordato come «lo sport andrebbe fatto nelle palestre delle scuole facendo rimanere gli spazi pubblici tali».

http://www.partitosociale.org

Annunci
Categorie:Sociale
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: