GIOVANI COMUNISTI LA SPEZIA: “FRIJA DOVREBBE VERGOGNARSI: RIFONDAZIONE E’ IN ABRUZZO DAL 7 APRILE TRA GLI ABRUZZESI, NON SOLO OGGI. BERLUSCONI E’ COMPLICE DELLA CRISI MONDIALE E NON SOLO IL CERIMONIERE DEL G8”

Le parole della consigliera Frija, ancor più gravi perchè espresse dalla vicepresidente del consiglio comunale spezzino, sono letteralmente sconcertanti e vergonosamente lesive nei confronti non solo nostri di tutte le centinaia di migliaia di persone che oggi, come otto anni fa, protestano contro un sistema economico mondiale che ha portato alla rovina l’economia, la nostra vita e lo stesso pianeta al prezzo di sangue e sofferenza di milioni di vite umane.

Oggi come allora il governo Berlusconi è complice di questo scempio.

Ma quello che più ci offendesono le volgari allusioni alla nostra utilità per l’Abruzzo: ebbene, sappia la signora Frija, che Rifondazione Comunista e Giovani Comunisti sono presenti in Abruzzo fin dall’indomani della tragedia del terremoto con le Brigate di Solidarietà Attiva che forniscono cibo, acqua e assistenza 24 ore su 24 agli abruzzesi ben prima dell’intervento del “suo” governo.

Dal 7 aprile scorso abbiamo allestito, montato e gestito le cucine nei campi di Tempera, San Biagio (Tempera), Camarda e Aragno per più di un migliaio di sfollati (stimato il 6% circa della popolazione totale dei campi). Su Pescara sono stati attivati 10 magazzini per lo stoccaggio degli aiuti più uno speciale di circa 1000 metri quadri. Almeno 40 volontari a rotazione si alternano a Pescara nei vari magazzini in turno dalle 8,30 alle 22 tutti i giorni, compresi Pasqua e Pasquetta. Sono stati attivati altri punti di raccolta nelle nostre sedi di Chieti, Teramo, Giulianova, Città S.Angelo, Cepagatti, Spoltore, Loreto Aprutino, Manoppello, Sambuceto, San Vito Chietino e in numerosi altri piccoli centri.

Cosa abbiamo fatto e cosa continueremo a fare per l’Abruzzo è sotto gli occhi di tutti, anche se comprendiamo che la stragrande maggioranza degli italiani non sappia nulla di tutto questo, dato che nelle reti televisive nazionali gestite da un solo padrone (che rappresenta il partito di appartenenza della Frija) appaiono soltanto pacchiani spot di lode e gloria al “capo”, come abbiamo potuto verificare anche in questi giorni soprattutto nella ridicola RAI 1, la prima rete TV dello stato.

Tutto questo, cara Frija, e ben altro ancora, noi contestiamo oggi all’Aquila.

E la pacifica manifestazione di Paganica alla quale aderiamo, vuole dare a tutti un segnale che esiste un’Italia che non si rassegnerà mai a vivere in queste condizioni, checché ne dicano le vostre grancasse televisive.

Oltraggiose e incredibili infine sono le dichiarazioni sulle forze dell’ordine che secondo la Frija “hanno sempre adempiuto al loro dovere sia al G8 di Genova, così come in Abruzzo”.

Lo vada a dire tra dieci giorni in piazza Alimonda a Giuliano e Haidi Giuliani che da otto anni esatti piangono un figlio morto ammazzato, la signora consigliera dorebbe vergognarsi di ciò che ha detto.

Noi giovani Comunisti allora saremo il 20 luglio a Genova per commemorare Carlo, perchè non accadano più certe tragedie che voi e solo voi, cari consiglieri “di governo” avete contribuito a far nascere col vostro populismo e non certo il movimento di protesta che noi rappresentiamo.

Giovani Comunisti/e La Spezia

giovanicomunistilaspezia@gmail.com


Annunci
Categorie:Giovani comunisti
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: