Home > Giovani comunisti > Videocrazia assolutista e patriottismo da commedia

Videocrazia assolutista e patriottismo da commedia

Ieri sera i pochi di voi che hanno avuto il coraggio di guardare la finale del festival di sanremo (volutamente minuscolo), hanno potutto assistere all’ennesima dimostrazione di quello che è l’italia berlusconiana, il festival come saprete è stato stravinto da amici di maria de filippi (l’organizzazione giovanile del pdl) sia la “nuova” proposta che il “big” erano due cavalli della nota scuderia, che ogni hanno ci propina pseudo modelli che canticchiano canzoni veramente brutte.
Sul podio sale anche x-factor che si piazza al secondo posto (evidentemente il cantante rai era più brutto di quello mediaset).
La cosa più bella però è stato il secondo posto del terzetto Pupo-Emanuele Filiberto-Canonici che strimpellano una canzoncina pseudo-fascista scritta direttamente sulla tomba di mussolini, dio, patria e famiglia s’intreccia con il berlusconissimo revisionismo storico (da notare che la canzone ha fatto schifo anche ai Finiani di FareFuturo)
Lo scenario che si puo’ tratteggiare da tutto ciò è veramente desolante, l’italia non è una paese fascista…è un paese berlusconiano, e ci vorrà molto tempo per estirpare questo cancro dal nostro bel paese.
Purtroppo compagni il disastro non è finito qui, dopo l’annuncio della fine della canzone d’autore italiana ecco salire sul palco…la banda dell’arma dei carabinieri…a quel punto ecco qualcuno sperare..dai un po’ di buona musica Italia…e invece no la patriottissima banda si esibisce con la colonna sonora di Star Wars in barba agli invidiatissimi compositori italiana di ogni epoca, evidentemente la benemerita non conosce Puccini, Verdi e compagnia…giusto per dare una lezione ai patrioti berlusconiani.
Davanti a questo sfacelo compagni non dobbiamo mollare, è ormai evidente che non stiamo combattendo solo per un ideale politico, ma per la salvezza di tutto quello che era e che dovrebbe essere l’Italia, la terra che ha dato i natali ai più grandi maestri di ogni tempo, e che ora è devastata da un manipolo di criminali disposti a fare qualsiasi cosa per mantenere il potere.
Resistere compagni non è più una scelta…è un dovere.

Videocrazia Assolutista e patriottismo da commedia
Ieri sera i pochi di voi che hanno avuto il coraggio di guardare la finale del festival di sanremo (volutamente minuscolo), hanno potutto assistere all’ennesima dimostrazione di quello che è l’italia berlusconiana, il festival come saprete è stato stravinto da amici di maria de filippi (l’organizzazione giovanile del pdl) sia la “nuova” proposta che il “big” erano due cavalli della nota scuderia, che ogni hanno ci propina pseudo modelli che canticchiano canzoni veramente brutte.Sul podio sale anche x-factor che si piazza al secondo posto (evidentemente il cantante rai era più brutto di quello mediaset).La cosa più bella però è stato il secondo posto del terzetto Pupo-Emanuele Filiberto-Canonici che strimpellano una canzoncina pseudo-fascista scritta direttamente sulla tomba di mussolini, dio, patria e famiglia s’intreccia con il berlusconissimo revisionismo storico (da notare che la canzone ha fatto schifo anche ai Finiani di FareFuturo).
Lo scenario che si puo’ tratteggiare da tutto ciò è veramente desolante, l’italia non è una paese fascista…è un paese berlusconiano, e ci vorrà molto tempo per estirpare questo cancro dal nostro bel paese.
Purtroppo compagni il disastro non è finito qui, dopo l’annuncio della fine della canzone d’autore italiana ecco salire sul palco…la banda dell’arma dei carabinieri…a quel punto ecco qualcuno sperare..dai un po’ di buona musica Italia…e invece no la patriottissima banda si esibisce con la colonna sonora di Star Wars in barba agli invidiatissimi compositori italiana di ogni epoca, evidentemente la benemerita non conosce Puccini, Verdi e compagnia…giusto per dare una lezione ai patrioti berlusconiani.

Davanti a questo sfacelo compagni non dobbiamo mollare, è ormai evidente che non stiamo combattendo solo per un ideale politico, ma per la salvezza di tutto quello che era e che dovrebbe essere l’Italia, la terra che ha dato i natali ai più grandi maestri di ogni tempo, e che ora è devastata da un manipolo di criminali disposti a fare qualsiasi cosa per mantenere il potere.

Resistere compagni non è più una scelta…è un dovere.

Annunci
Categorie:Giovani comunisti
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: