Archivio

Posts Tagged ‘banda del quorum’

Stadio Picco e Municipio di Vezzano, ancora Banda delQuorum!

L‘ormai leggendaria Banda del Quorum non si ferma e torna a colpire nella provincia spezzina. Tra lunedì e martedì scorso un doppio blitz dei Giovani Comunisti/Rifondazione Comunista ha portato il mega lenzuolo prima sulle gradinate dello stadio “Picco” della Spezia in occasione della cerimonia di apertura delle Special Olympics e poi nei pressi del municipio di Vezzano Ligure, letteralmente gremito ieri per la presenza del grande don Andrea Gallo.

Ancora pochissimi giorni prima del fondamentale appuntamento referendario del 12/13 giugno per difendere l’acqua pubblica, contro il nucleare e per la legge uguale per tutti.

Quelli della Banda del Quorum“, rintracciabili anche sul noto social network Facebook, fino all’ultimo istante disponibile continueranno a spronare i cittadini a votare SI ai 4 referendum.

Per una questione di vita e di morte. E di democrazia.

Annunci

Banda del Quorum colpisce alla Ripa!

La Banda del Quorum lascia il segno anche su un’arteria cruciale della mobilità provinciale, la Ripa.

I militanti di Rifondazione Comunista hanno calato nel pomeriggio di oggi l’ormai famosissimo mega lenzuolo referendario dalla passerella della bretella autostradale per ricordare agli automobilisti in transito dalla Ripa l’appuntamento referendario del 12/13 giugno per difendere l’acqua pubblica, contro il nucleare e per abrogare il legittimo impedimento berlusconiano.

Dopo oltre 5 mesi di chiusura la Ripa è stata riaperta, un’arteria fondamentale per la viabilità del nostro territorio e la Banda del Quorum ha voluto colpire quel simbolo, dopo le imprese compiute fin’ora.

Ma “Quelli della Banda del Quorum“, rintracciabili anche sul noto social network Facebook, non si fermeranno e colpiranno ancora. Ancora pochi giorni prima del fondamentale voto referendario di sabato e domenica prossimi, i giovani rifondaroli hanno già i prossimi obiettivi nel mirino!

Dove colpira la banda?

La Banda del Quorum “assalta” il castello di Arcola

Dopo la Fortezza di Sarzanello, la Banda del Quorum ha “espugnato” un altro fortino rosso: il castello di Arcola, sede del municipio arcolano.

I militanti di Rifondazione Comunista/Federazione della Sinistra hanno calato nella mattinata di oggi l’ormai celebre mega lenzuolo per ricordare ai cittadini l’appuntamento referendario del 12/13 giugno per difendere l’acqua pubblica, contro il nucleare e per abrogare il legittimo impedimento berlusconiano.

Il castello di Arcola è il secondo palazzo comunale “conquistato” dalla Banda dopo l’impresa di qualche giorno fa nel municipio spezzino che ha lasciato numerosi strascici polemici bipartizan da parte degli esponenti politici locali.

Ma Quelli della Banda del Quorum, rintracciabili anche sul noto social network Facebook, non si fermeranno e colpiranno ancora. Ancora una settimana prima del fondamentale voto referendario di sabato e domenica prossimi.
Dove colpira la “famigerata” Banda?

La Banda del Quorum irrompe a Sarzana, in omaggio al grande Paolino Ranieri

La Banda del Quorum è tornata a colpire, questa volta a Sarzana.

I militanti di Rifondazione Comunista/Federazione della Sinistra sono giunti nel giorno del primo anniversario della scomparsa del grande Paolino “Andrea” Ranieri, comunista e antifascista della prima ora, partigiano e quindi storico sindaco sarzanese per venticinque anni, scomparso il 3 giugno 2010 all’età di 95 anni.

A Paolino Ranieri, un simbolo per Sarzana e per tutta la Val di Magra, è stato dedicato il blitz nel luogo più celebre della sua città: la Fortezza di Sarzanello, da cui nel pomeriggio è stato calato il mega lenzuolo per ricordare ai cittadini l’appuntamento referendario del 12/13 giugno per difendere l’acqua pubblica, contro il nucleare e per abrogare il legittimo impedimento berlusconiano.

Quelli della Banda del Quorum“, rintracciabili anche sul noto social network Facebook, sono poi scesi tra le mura del centro storico, calando lo striscione all’altezza della Porta Romana, sorprendendo i numerosissimi turisti e passanti.

Contemporaneamente, all’altezza della Porta Parma, i militanti della Fds Val di Magra volantinavano e informavano la cittadinanza sull’imminente e fondamentale voto referendario.

Dove colpirà l’ormai “famigerata” banda? Sicuramente fino all’ultimo istante possibile Rifondazione e la Fds continueranno a tener desta l’attenzione spronando gli elettori a votare SI ai 4 referendum.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: